LA LITURGIA
CELEBRAZIONI
Al centro della vita della comunità cristiana c’è la celebrazione del Giorno del Signore risorto che ha il suo apice nell’Eucaristia (messa). Le celebrazioni festive sono al sabato alle 18.30, alla domenica alle 9.00, alle 11.00 e alle 17.30 (sospesa da giugno a settembre)
Per creare sempre più un clima di familiarità e amicizia, e insieme per evitare di disturbare dentro in chiesa coloro che vogliono concludere nella calma la preghiera, da un po’ di tempo abbiamo preso la buona abitudine alla domenica mattina di prendere al bar un caffè insieme dopo la messa delle 9 e un aperitivo dopo la messa delle 11, scambiando due chiacchiere.
 
Ci sono poi le celebrazioni feriali (durante la settimana) secondo uno schema che può variare in relazione ai tempi liturgici (Avvento, Natale, Quaresima, Pasqua), ma che comunque prevede sempre una celebrazione (Eucaristia e/o le Lodi della liturgia delle Ore) al mattino alle 8.00 e una alla sera alle 18.00 (i Vesperi).
 
Probabilmente quest’anno sarà decisa una nuova organizzazione degli orari delle messe, sentiti i pareri di tutte le parrocchie della città, del nostro Consiglio Pastorale e dell’Assemblea parrocchiale: il desiderio è quello di rendere disponibile almeno una messa durante la settimana in un orario possibile per chi lavora o studia (prevedibilmente alle 7.00) e confermando l’uso di un’altra messa alla sera dopo cena (giovedì ore 21, da verificare).
 
La comunità è poi invitata a scegliere un momento più disteso di preghiera nella giornata di giovedì, quando viene fatta l’esposizione dell’Eucaristia dalle 8.30 dopo le Lodi fino alle 18.00 appena prima dei Vesperi. C’è la buona a-bitudine di segnarsi per il turno di adorazione personale, in modo che ci sia sempre qualcuno davanti all’Eucaristia, sapendo che comunque si può passare qualche momento personale con molta libertà anche se non si è scelto alcun turno.
 
Le suore poi si ritrovano per l’adorazione eucaristica ogni giorno per un’ora, ma non sempre allo stesso orario e con qualche adattamento dovuto al periodo (invernale o estivo) o al tempo liturgico: chi fosse interessato a pregare insieme con loro, può rivolgersi alle suore stesse per avere tutte le informazioni.
 
ANIMAZIONE:
IL CORO
Esistono due cori: il primo, composto da bambini e adulti che, sotto la direzione di Sara e con il supporto delle chitarre di Laura, Martina e Marco, è normalmente presente nella S. Messa domenicale delle 11.
Un secondo, principalmente composto da adulti sotto la direzione di Andrea, è presente nelle occasioni solenni. Quest’ultimo si riunisce abitualmente il mercoledì sera alle 21 in chiesa per le prove. È un modo piacevole di stare insieme a cui tutti sono invitati.
I CHIERICHETTI
Sono un gruppo di ragazzi e ragazze guidati da Chiara e Carol (con i vice Fabio e Giacomo) che sotto la guida esperta di Davide imparano non solo i movimenti giusti da fare sull’altare, ma cercano anche di capire il senso e i segreti della liturgia.
I LETTORI
È attualmente composto da 40 lettori che si incontrano pe-riodicamente per meditare e preparare le letture da pro-clamare in chiesa durante le celebrazioni.
i nomi dei lettori sono esposti con i turni sulla bacheca all’ingresso della chiesa.
I MINISTRI STRAORDINARI
Fin dal II secolo d.C. la storia della Chiesa conosce dei fedeli laici con il compito di conservare presso sé e di di-stribuire la Santa Comunione come viatico per i fratelli in punto di morte. Questa necessità, come si comprende fa-cilmente, era strettamente connessa con i tempi: le comunità cristiane di allora erano di piccole dimensioni, sparse in vasti territori, indifese e sovente vittime di atroci persecuzioni perpetrate dai pagani. In questo quadro, si comprende come colui che si fosse trovato in pericolo di morte, voleva accostarsi per l’ultima volta all’Eucaristia in forma di via-tico. Da queste necessità nacque in origine la figura del ministro straordinario della Comunione (anche se in forme non istituzionalizzate), cioè del fedele laico incaricato di questo importantissimo compito.

Il ministro straordinario della Comunione ha quindi facoltà di (in ordine d’importanza):

 1. Portare la Santa Comunione al domicilio di anziani, ammalati ed infermi impossibilitati a recarsi in Chiesa.

2. Distribuire la Comunione durante la S. Messa solo qualora si avverino entrambe le seguenti condizioni: quando il numero dei fedeli è tale da far prolungare eccessivamente la celebrazione e quando non ci siano altri presbiteri o diaconi presenti.

3. Qualora una comunità manchi del presbitero o del diacono, il ministro straordinario della Comunione può essere autorizzato a guidare la celebrazione domenicale limitandosi evidentemente alla Liturgia della Parola del giorno e alla successiva distribuzione ai fedeli dell’Eucaristia.

4. Distribuire la Comunione al di fuori della S. Messa in chiesa o in un oratorio in cui sia conservata l’Eucaristia.

5. Esporre pubblicamente all’adorazione dei fedeli la Santissima Eucaristia nell’ostensorio o deponendo la pisside sull’altare e ricollocandola al termine nuovamente nel tabernacolo.

I nostri ministri straordinari sono:
Antonietta Anfuso, Vincenzo Di Palma, Anna Sofia, Emiliana Marchini, Dino Bettinzoli, Salvina Russo, Gianni e Mirella Chiesa, Domenica Gadia, Maria Russo, Giovanni Di Matteo, Teresa Torricelli, Angela Paciotti, Giulia Rossi, Giorgio Giommarelli, Giovanna Pedone.


PER INFORMAZIONE RIVOLGERSI

Don Nicola Cateni
tel. 02 9848105
cell. 335 6683408
Buzzi Roberto
Cel. 328 4316076
Franco Torricelli
Cel. 334 1143547
Suore Discepole del Vangelo
cell. 388 7538978
Segreteria:
Adriana Soffientini Caramelli
tel. 02 9848105

La segreteria parrocchiale è aperta dal lunedí al venerdí dalle ore 9.00 alle 11.30


Home Page | La Storia della Parrocchia | Team | La Parola di Dio | LA LITURGIA | La Carità | Calendario | Dove Siamo | Link | Le 7 Parrocchie della città